l’omologazione è sempre dietro l’angolo

By 14/04/2021 Aprile 16th, 2021 blog

brand experience

l’offerta commerciale

realizzare il preventivo in ottica esperienza di marca

la vita aziendale implica il dover destreggiarsi in moltissimi ambiti, cercando di non lasciarne indietro nessuno. è chiaro che può capitare che si presti maggiore attenzione a degli aspetti che sembrano più importanti e se ne tralascino altri.

una strategia di branding ben pianificata e strutturata permette alle imprese di controllare tutti gli elementi che concorrono a determinare il brand.

fare branding consente di avere nel proprio cassetto degli attrezzi gli strumenti necessari per ogni intervento e un manuale d’istruzioni chiaro, capace di guidare le azioni che vanno messe in campo di volta in volta. un po’ come i golfisti, i quali senza i ferri giusti e un caddie preparato che conosce le difficoltà del percorso e la strategia migliore da adottare per superarle, non andrebbero oltre le prime buche, indipendentemente dal talento.

quando il commerciale è in fase di chiusura della trattativa ed è pronto a mostrare il preventivo al cliente, spesso non presta la giusta attenzione a come lo presenta. ritenendo, a torto, che i dettagli e la forma siano un vezzo da lasciare ai creativi dell’ufficio marketing e comunicazione.

e invece… invece anche la presentazione delle offerte commerciali ai potenziali clienti è un’azione da pensare e attuare in ottica brand experience. perché, come da mantra cocchi&cocchi, il brand è un territorio mentale, un insieme di idee mutevoli che si forma e si modifica continuamente, in base alle esperienze che le persone vivono con esso. ogni momento di relazione tra il brand e il suo pubblico è un’esperienza. e quando l’offerta di un’azienda arriva nelle mani di chi decide se a spuntarla sarà lei, o quella dei competitor, ecco che progettare e dirigere questa esperienza diventa un fattore decisivo.

come fare perché la nostra offerta commerciale non rimanga sul tavolo insieme a tante altre ma sia invece vincente?
per prima cosa deve avere una struttura chiara, unica, contenuti efficaci e coerenti. non può essere la solita lista di cose senz’anima.
e poi deve includere tutti gli aspetti strategici capaci di illustrare in modo immediato gli elementi distintivi di brand, prodotti e servizi.

il successo si gioca sempre sul filo, soprattutto in tempi in cui ci si trova a fare i conti con un mercato omologato, che concorre ad anestetizzare la percezione di vera differenziazione.

presentare un’offerta commerciale distintiva e memorabile è un’azione di branding decisiva.